Italian First Picture Docs Master 170310 

            La Santa Bibbia é la Parola  IMMUTABILE et Vivente di Dio l’Eterno .

            La SOLA Bibbia che raccomandiamo é  quella di King James/AV

     

            Perché lo diciamo?  Leggete l’orribile verità

            LA BIBBIA USATA PER INGANNARE

 

Tutti i nostri riti,                             sono una azione orrenda all’Eterno Dio.

Tutte le nostre feste,                   sono una azione orrenda all’Eterno Dio.

Tutte le nostre pratiche pagane  sono una azione orrenda all’Eterno Dio.

 

L’Eterno Dio non è un  Idiota robotico a cui facciamo domande

e ubbidiamo come ci pare e quando è  conveniente a noi.

 

Egli è il nostro vivente, amorevole e personale Salvatore. 

Non c’è nessun altro.  

 

Gesù Cristo è la soluzione di tutti i nostri problemi. 

Non c’è nessun altro. 

 

                  1 Timoteo 2:5 Uno solo, infatti, è Dio e

                                                           uno solo il mediatore

                                                           fra Dio e gli uomini,

                                                           l'uomo Cristo Gesù,

 

Se questo verso non è nella vostra Bibbia, la vostra Bibbia è corrotta.

Gettatela.

 

Siete stati ingannati a servire Satana, il dio del mondo.

 

La sincerità non è la questione. Potete essere sinceri ,

ma ancora avere torto.

 

Vivere mentendo è morire – É semplice.

 

                        CHAIN    Rompere tutte le catene CHAIN                                                

                                             Liberare i prigionieri  

                               image003

                                      IL SERVIZIO DEL PASSOVER

                                                             2012

                                            

                    RICORDANDO IL SACRIFICIO DI GESÙ CRISTO

 

È importante capire che celebriamo il Passover,

perchè è stato un comando diretto di Gesù Cristo

 

Luca 22:19 Poi, (Gesù Cristo) preso un pane, rese grazie,

lo spezzò e lo diede loro dicendo: «Questo è il mio corpo

che è dato per voi; fate questo in memoria di me».

 

Gesù Cristo disse anche:

 

Giovanni 14:15 Se mi amate, osserverete i miei comandamenti.

 

Giovanni 15:10 Se osserverete i miei comandamenti,

rimarrete nel mio amore, come io ho osservato

i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore.

 

A causa di molte domande di come dobbiamo osservare il Passover

abbiamo messo insieme il seguente come guida per i nuovi credenti.

 

Naturalmente se desiderate potete leggere questi versi direttamente

dalla vostra Bibbia.

 

Prima della riunione bisogna pentirsi dei peccati nascosti e residui.

 

L’osservanza del Passover è un servizio fatto una volta all’anno.

 

Le persone che osservano il Passover devono essere cristiani convertiti,

cioè coloro che hanno accettato Gesù Cristo come loro personale salvatore

Possiamo vedere che solamente i 12 apostoli di Gesù  Cristo furono

al pranzo del Passover.

È un servizio solenne

 

Matteo 26:18 Ed egli rispose: «Andate in città,

da un tale, e ditegli: Il Maestro ti manda a dire:

Il mio tempo è vicino; farò la Pasqua da te

con i miei discepoli».

Matteo 26:19 I discepoli fecero come aveva l

oro ordinato Gesù, e prepararono la Pasqua.

Matteo 26:20 Venuta la sera, si mise a mensa

con i Dodici.

 

Questa riunione deve avere luogo dopo il tramonto dell’apposita data.

Significa al principio del giorno, tenendo in mente che i giorni biblici

incominciano la sera e il giorno.

Quest’anno sarà Giovedi Sera, Aprile 5.

 

Se ci sarà una cena, dovrebbe avere luogo prima

della piccola cerimonia.

Penso che l’agnello sia la carne preferita per questa occasione.

 

Bisogna avere del vino e degli azzimi come Matzos, Rivita.

 

Un pò di vino deve essere versato nei bicchieri.

Solo l’azzimo che deve essere benedetto viene messo su un piatto

 

Il vino e il pane devono essere coperti da un panno.

 

Si incomincia la cerimonia con una piccola preghiera

domandando la benedizione sulla riunione.

 

Alcuni versi di relative scritture.

Ogni persona dovrebbe partecipare a suo turno

in modo che tutto sia fatto decentemente

e in ordine come domandanto dalle scritture.

 

1 Corinzi14:40 Ma tutto avvenga decorosamente e con ordine.

 

In caso del lavaggio dei piedi è appropriato che le donne lavino i piedi

delle donne e gli uomini quelli degli uomini.

Il lavaggio dei piedi deve essere fatto prima della benedizione

del pane e del vino

 

È questione di mostrare un’attitudine di umiltà

e dovrebbe essere fatto ogni giorno dell’anno.

 

Questa è la prima parte della riunione.

 

La scrittura base è:

 

Giovanni 13:4 si alzò da tavola, depose le vesti

e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita.

Giovanni 13:5 Poi versò dell'acqua nel catino

e cominciò a lavare i piedi dei discepoli

e ad asciugarli con l'asciugatoio di cui si era cinto

 

Il lavaggio è fatto solo con l’acqua.

Lo scopo principale è che rappresenta l’umiltà

e non sentirsi superiori agli altri.

 

Dobbiamo avere sempre l’attitudine del lavaggio dei piedi,

cioé essere umili senza spirito di rivalità e vanagloria.

 

Filippo 2:3 Non fate nulla per spirito di rivalità

o per vanagloria, ma ciascuno di voi, con tutta umiltà,

consideri gli altri superiori a se stesso,

 

Gli uomini dovrebbero fare la cerimonia separatamente.

 

Commento: In questa riunione bisogna leggere le scritture

ma non discutterle.

La discussione può essere fatta alla fine della cerimonia.

 

La lettura della Bibbia deve essere fatta consecutivamente

da tutti i presenti.

 

Deve essere chiaro che il pane e il vino sono simboli

che rappresentano Gesù Cristo

 

Non si trasformano e non fanno il corpo e il sangue di Gesù Cristo

come insegnato dalla chiese

 

Quindi la preghiera deve dichiarare che il pane rappresenta il corpo

di Gesù Cristo e il vino il suo sangue di sparso per noi.

 

Una benedizione deve essere pregata sul pane coperto dal panno.

Dopo la benedizione il pane viene dato ai presenti.

 

Dopo avere mangiato il pane, una benedizione viene pregata

sul bicchiere di vino e poi ogni persona beve il vino

 

Il seguente è una lista di adatte scritture.

Naturalmente altre possono essere usate.

 

Commento: Possiamo vedere che il Passover ha avuto origine

al tempo dell’Esodo della nazione d’Israele dall’Egitto.

Riflette al giorno d’oggi come segue: Il Faraone rappresenta Satana

e il suo reso schiavo governo mondiale che ci perseguita

 

Naturalmente al giorno d’oggi siamo in dura necessità della protezione

a causa della tristissima situazione che ci sta circondando.

 

2 Corinzi 4:4 ai quali il dio di questo mondo ha accecato

la mente incredula, perché non vedano lo splendore

del glorioso vangelo di Cristo che è immagine di Dio.

 

L’originale Passover era dalla sofferenza che gli Israeliti soffrirono

sotto il Faraone.

 

L’ubbidienza e il spargimento di sangue fu richiesto

per la loro fisica salvezza

 

Gesù Cristo sparse  il sangue per noi affinchè

potessimo avere una salvezza spirituale, la liberazione

della nostra sofferenza giornaliera.

Ora dobbiamo ascoltarlo e ubbidirlo

 

Il Passover del Vecchio Testamento e il Passover

del Nuovo Testamento furono osservati in un giorno specifico,

il quattordicesimo giorno del primo mese dell’anno degli Ebrei,

 chiamato Nisan.

Il Passover è sempre il quattordicesimo giorno di questo mese

 

L’Agnello del Passover rappresentò lo stesso Cristo 

che venne e fu sacrificato per noi

 

Esodo 12:1 Il Signore disse a Mosè e ad Aronne nel paese d'Egitto:

Esodo 12:2 «Questo mese sarà per voi l'inizio dei mesi,

sarà per voi il primo mese dell'anno.

 

Esodo 12:3 Parlate a tutta la comunità di Israele e dite:

Il dieci di questo mese ciascuno si procuri un agnello

per famiglia, un agnello per casa.

Esodo 12:4 Se la famiglia fosse troppo piccola

per consumare un agnello, si assocerà al suo vicino,

al più prossimo della casa, secondo il numero

delle persone; calcolerete come dovrà essere l

'agnello, secondo quanto ciascuno può mangiarne.

 

Esodo 12:5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio,

nato nell'anno; potrete sceglierlo tra le pecore o tra le capre

Esodo 12:6 e lo serberete fino al quattordici di questo mese:

allora tutta l'assemblea della comunità

d'Israele lo immolerà al tramonto.

 

Esodo 12:7 Preso un pò del suo sangue,

lo porranno sui due stipiti e sull'architrave

delle case, in cui lo dovranno mangiare.

Esodo 12:8 In quella notte ne mangeranno

la carne arrostita al fuoco; la mangeranno

con azzimi e con erbe amare.

 

Esodo 12:9 Non lo mangerete crudo, né bollito nell'acqua,

ma solo arrostito al fuoco con la testa, le gambe e le viscere.

Esodo 12:10 Non ne dovete far avanzare fino al mattino:

quello che al mattino sarà avanzato lo brucerete nel fuoco.

 

Esodo 12:11 Ecco in qual modo lo mangerete:

con i fianchi cinti, i sandali ai piedi, il bastone in mano;

lo mangerete in fretta. E' la pasqua del Signore!

Esodo 12:12 In quella notte io passerò per il paese d'Egitto

e colpirò ogni primogenito nel paese d'Egitto,

uomo o bestia; così farò giustizia di tutti gli dei dell'Egitto.

Io sono il Signore!

 

Esodo 12:13 Il sangue sulle vostre case sarà il segno

che voi siete dentro: io vedrò il sangue e passerò oltre,

non vi sarà per voi flagello di sterminio,

quando io colpirò il paese d'Egitto.

Esodo 12:14 Questo giorno sarà per voi un memoriale;

lo celebrerete come festa del Signore: di generazione i

n generazione, lo celebrerete come un rito perenne.

 

Esodo 12:15 Per sette giorni voi mangerete azzimi.

Gia dal primo giorno farete sparire il lievito dalle vostre case,

perché chiunque mangerà del lievitato dal giorno primo

al giorno settimo, quella persona sarà eliminata da Israele.

Esodo 12:16 Nel primo giorno avrete una convocazione sacra;

nel settimo giorno una convocazione sacra:

durante questi giorni non si farà alcun lavoro;

potrà esser preparato solo ciò che deve essere mangiato

da ogni persona.

 

Esodo 12:17 Osservate gli azzimi, perché in questo

stesso giorno io ho fatto uscire le vostre schiere

dal paese d'Egitto; osserverete questo giorno

di generazione in generazione come rito perenne.

Esodo 12:18 Nel primo mese, il giorno quattordici

del mese, alla sera, voi mangerete azzimi fino al ventuno

del mese, alla sera.

 

Esodo 12:19 Per sette giorni non si troverà lievito

nelle vostre case, perché chiunque mangerà del lievito,

sarà eliminato dalla comunità di Israele, forestiero

o nativo del paese.

Esodo 12:20 Non mangerete nulla di lievitato;

in tutte le vostre dimore mangerete azzimi».

 

Commento: Questo è un commento personale.

Non credo che dobbiamo mettere il lievito fuori dalle nostre case.

Sono sicuro che non offendo per niente la legge.

Inoltre non è possibile quando si vive con una persona

che non ha le stesse credenze.

Quindi non create problemi insistendo su questo.

 

La cosa importante è considerare che eliminiamo i peccati

dalla nostra vita.

 

Dobbiamo uscire dai peccati

 

Se abbiamo delle discordie, dobbiamo risolvere le differenze.

Questo è più importante che gettare fuori del lievito

 

Leggiamo alcuni versi del tempo critico nella vita di Gesù Cristo.

 

Giovanni 14:1 «Non sia turbato il vostro cuore.

Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me.

Giovanni 14:4 Nella casa del Padre mio vi sono molti posti.

 Se no, ve l'avrei detto. Io vado a prepararvi un posto;

 

Giovanni 14:3 quando sarò andato e vi avrò preparato

un posto, ritornerò e vi prenderò con me,

perché siate anche voi dove sono io.

Giovanni 14:4 E del luogo dove io vado, voi conoscete la via».

 

Giovanni 14:5 Gli disse Tommaso: «Signore,

non sappiamo dove vai e come possiamo conoscere la via?».

Giovanni 14:6 Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita.

Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

 

Giovanni 14:7 Se conoscete me, conoscerete anche il Padre:

fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».

Giovanni 14:8 Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta».

 

Giovanni 14:9 Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi

e tu non mi hai conosciuto, Filippo?

Chi ha visto me ha visto il Padre.

Come puoi dire: Mostraci il Padre?

Giovanni 14:10 Non credi che io sono nel Padre

e il Padre è in me? Le parole che io vi dico,

non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere.

 

Giovanni 14:11 Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me;

se non altro, credetelo per le opere stesse.

Giovanni 14:12 In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me,

compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi,

perché io vado al Padre.

 

Giovanni 14:13 Qualunque cosa chiederete nel nome mio,

a farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio.

Giovanni 14:14 Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

 

Giovanni 14:15 Se mi amate, osserverete i miei comandamenti.

Giovanni 14:16 Io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro

Consolatore perché rimanga con voi per sempre,

 

Giovanni 14:17 lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere,

perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete,

perché egli dimora presso di voi e sarà in voi.

Giovanni 14:18 Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi.

 

Giovanni 14:19 Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più;

voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete.

Giovanni 14:20 In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre

e voi in me e io in voi.

 

Giovanni 14:21 Chi accoglie i miei comandamenti

e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio

e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Giovanni 14:22 Gli disse Giuda, non l'Iscariota:

«Signore, come è accaduto che devi manifestarti

a noi e non al mondo?».

 

Giovanni 14:23 Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama,

osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà

e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.

Giovanni 14:24 Chi non mi ama non osserva le mie parole;

la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre

che mi ha mandato.

 

Giovanni 14:25 Queste cose vi ho detto quando ero ancora tra voi.

Giovanni 14:26 Ma il Consolatore, lo Spirito Santo

che il Padre manderà nel mio nome, egli v'insegnerà ogni cosa

e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto.

 

Giovanni 14:27 Vi lascio la pace, vi do la mia pace.

Non come la dà il mondo, io la do a voi.

Giovanni 14:28 Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore

Avete udito che vi ho detto: Vado e tornerò a voi; se mi amaste,

vi rallegrereste che io vado dal Padre, perché il Padre

è più grande di me.

 

Giovanni 14:29 Ve l'ho detto adesso, prima che avvenga,

perché quando avverrà, voi crediate.

Giovanni 14:30 Non parlerò più a lungo con voi,

perché viene il principe del mondo;

egli non ha nessun potere su di me,

Giovanni 14:31 ma bisogna che il mondo sappia

che io amo il Padre e faccio quello che

il Padre mi ha comandato. Alzatevi, andiamo via di qui».

 

Giovanni 15:01 «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo.

Giovanni 15:02 Ogni tralcio che in me non porta frutto,

lo toglie e ogni tralcio che porta frutto,

 lo pota perché porti più frutto.

 

Giovanni 15:03 Voi siete gia mondi, per la parola che vi ho annunziato.

Giovanni 15:04 Rimanete in me e io in voi.

Come il tralcio non può far frutto da se stesso

se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me.

 

Giovanni 15:05 Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui,

fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla.

Giovanni 15:06 Chi non rimane in me viene gettato via

come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono

e lo gettano nel fuoco e lo bruciano.

 

Giovanni 15:07 Se rimanete in me e le mie parole

rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato.

Giovanni 15:08 In questo è glorificato il Padre mio:

che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli.

 

Giovanni 15:09 Come il Padre ha amato me, così

anch'io ho amato voi. Rimanete nel mio amore.

Giovanni 15:10 Se osserverete i miei comandamenti,

rimarrete nel mio amore, come io ho osservato

i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore.

 

Giovanni 15:11 Questo vi ho detto perché la mia gioia

sia in voi e la vostra gioia sia piena.

Giovanni 15:12 Questo è il mio comandamento:

che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati.

 

Giovanni 15:13 Nessuno ha un amore più grande

di questo: dare la vita per i propri amici.

Giovanni 15:14 Voi siete miei amici,

se farete ciò che io vi comando.

 

Giovanni 15:15 Non vi chiamo più servi, perché il servo

non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici,

perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi.

Giovanni 15:16 Non voi avete scelto me,

ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate

e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello

che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda.

 

Giovanni 15:17 Questo vi comando: amatevi gli uni gli altr

 

1 Corinzi 11:28 Ciascuno, pertanto, esamini se stesso

e poi mangi di questo pane e beva di questo calice;

 

Dobbiamo renderci conto che non possiamo mai considerarci ‘degni’

Non dobbiamo neanche avere il sentimento di sentirci inutili

e dei falliti

 

È eccessivamente calmante realizzare, come ci è stato mostrato

negli ultimi due anni l’importanza del ‘Corpo di Cristo’

Ci è stato detto che è importante riconoscere che ci sono altri membri

del Corpo di Cristo.

Non distinguerlo ha conseguenze di malattie e alla fine di morte

Dobbiamo pregare per avere il discernimento

su questa questione molto difficile

 

1 Corinzi 11:29 perché chi mangia e beve senza riconoscere

il corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna.

1 Corinzi 11:30 E' per questo che tra voi ci sono molti ammalati

e infermi, e un buon numero sono morti.

 

Tutto quello che è richiesto è partecipare umilmente a questa riunione

È Gesù Cristo che ci ha fatti degni di partecipare al Passover

Non è qualcosa che abbiamo fatto noi stessi

Non siamo migliori degli altri.

 

Quello che siamo è per la misericordia del nostro Eterno Dio.

Dobbiamo essere molto coscenti del lievito dei farisei

che era ipocrisua.

 

Luca12:1  . . .  «Guardatevi dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia.

 

Diamo uno sguardo a come Gesù Cristo fu rigettato e trattato.

 

Isaia 52:13 Ecco, il mio servo avrà successo,
sarà onorato, esaltato e molto innalzato.
Isaia 52:13 Come molti si stupirono di lui
- tanto era sfigurato per essere d'uomo il suo aspetto
e diversa la sua forma da quella dei figli dell'uomo -
Isaia 52:13 così si meraviglieranno di lui molte genti;
i re davanti a lui si chiuderanno la bocca,
poiché vedranno un fatto mai ad essi raccontato
e comprenderanno ciò che mai avevano udito.

 

Isaia 53:1 Chi avrebbe creduto alla nostra rivelazione?
A chi sarebbe stato manifestato il braccio del Signore?
Isaia 53:2 E' cresciuto come un virgulto davanti a lui
e come una radice in terra arida.
Non ha apparenza né bellezza
per attirare i nostri sguardi,
non splendore per provare in lui diletto.


Isaia 53:3 Disprezzato e reietto dagli uomini,
uomo dei dolori che ben conosce il patire,
come uno davanti al quale ci si copre la faccia,
era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima.
Isaia 53:4 Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze,
si è addossato i nostri dolori
e noi lo giudicavamo castigato,
percosso da Dio e umiliato.


Isaia 53:5 Egli è stato trafitto per i nostri delitti,
schiacciato per le nostre iniquità.
Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui;
per le sue piaghe noi siamo stati guariti.
Isaia 53:6 Noi tutti eravamo sperduti come un gregge,
ognuno di noi seguiva la sua strada;
il Signore fece ricadere su di lui
l'iniquità di noi tutti.

 

Isaia 53:7 Maltrattato, si lasciò umiliare
e non aprì la sua bocca;
era come agnello condotto al macello,
come pecora muta di fronte ai suoi tosatori,
e non aprì la sua bocca.
Isaia 53:8 Con oppressione e ingiusta sentenza

fu tolto di mezzo; chi si affligge per la sua sorte?
Sì, fu eliminato dalla terra dei viventi,
per l'iniquità del mio popolo fu percosso a morte.


Isaia 53:9 Gli si diede sepoltura con gli empi,
con il ricco fu il suo tumulo,
sebbene non avesse commesso violenza
né vi fosse inganno nella sua bocca.
Isaia 53:10 Ma al Signore è piaciuto prostrarlo con dolori.
Quando offrirà se stesso in espiazione,
vedrà una discendenza, vivrà a lungo,
si compirà per mezzo suo la volontà del Signore.
Isaia 53:11 Dopo il suo intimo tormento vedrà la luce
e si sazierà della sua conoscenza;
il giusto mio servo giustificherà molti,
egli si addosserà la loro iniquità.

Isaia 53:12 Perciò io gli darò in premio le moltitudini,
dei potenti egli farà bottino,
perché ha consegnato se stesso alla morte
ed è stato annoverato fra gli empi,
mentre egli portava il peccato di molti
e intercedeva per i peccatori.

 

Ecco quello che Paolo disse sul Passover:

 

1 Corinzi 10:16 il calice della benedizione

che noi benediciamo, non è forse comunione

con il sangue di Cristo? E il pane che noi spezziamo,

non è forse comunione con il corpo di Cristo?

1 Corinzi 10:17 Poiché c'è un solo pane, noi,

pur essendo molti, siamo un corpo solo:

tutti infatti partecipiamo dell'unico pane.

 

Muoviamoci al tempo quando Gesù Cristo istituì il Passover

nel Nuovo Testamento.

 

Gesù Cristo ci diede un esempio come conportarci

 

1 Pietro 2:19 E' una grazia per chi conosce Dio

subire afflizioni, soffrendo ingiustamente;

1 Pietro 2:20 che gloria sarebbe infatti

sopportare il castigo se avete mancato?

 Ma se facendo il bene sopporterete con pazienza

la sofferenza, ciò sarà gradito davanti a Dio.

 

1 Pietro 2:21 A questo infatti siete stati chiamati,

poichè anche Cristo patì per voi, lasciandovi

un esempio, perché ne seguiate le orme:

1 Pietro 2:22 egli non commise peccato

e non si trovò inganno sulla sua bocca,

 

1 Pietro 2:23 oltraggiato non rispondeva con oltraggi,

e soffrendo non minacciava vendetta, ma rimetteva l

a sua causa a colui che giudica con giustizia.

1 Pietro 2:24 Egli portò i nostri peccati nel suo corpo

sul legno della croce, perché, non vivendo

più per il peccato, vivessimo per la giustizia;

 

1 Pietro 2:25 dalle sue piaghe siete stati guariti.

Eravate erranti come pecore, ma ora siete tornati

al pastore e guardiano delle vostre anime.

 

Ecco alcune parole dello stesso Gesù Cristo

 

Giovanni 6:32 Rispose loro Gesù: «In verità, in verità vi dico:

non Mosè vi ha dato il pane dal cielo, ma il Padre mio

vi dà il pane dal cielo, quello vero;

Giovanni 6:33 il pane di Dio è colui che discende

dal cielo e dà la vita al mondo».

 

Giovanni 6:34 ]Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane».

Giovanni 6:35 Gesù rispose: «Io sono il pane della vita;

chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete.

 

Giovanni 6:36 Vi ho detto però che voi mi avete visto e non credete.

Giovanni 6:37 Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me;

colui che viene a me, non lo respingerò,

 

Giovanni 6:38 perché sono disceso dal cielo non per fare

la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.

Giovanni 6:39 E questa è la volontà di colui che mi ha mandato,

che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato,

ma lo risusciti nell'ultimo giorno.

 

Giovanni 6:40 Questa infatti è la volontà del Padre mio,

che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna;

io lo risusciterò nell'ultimo giorno».

 

Matteo 26:20 Venuta la sera, si mise a mensa con i Dodici.

Matteo 26:21 Mentre mangiavano disse: «In verità io vi dico,

uno di voi mi tradirà».

 

Matteo 26:22 Ed essi, addolorati profondamente,

incominciarono ciascuno a domandargli:

«Sono forse io, Signore?».

Matteo 26:23 Ed egli rispose: «Colui che ha intinto con me

la mano nel piatto, quello mi tradirà.

 

Matteo 26:24 Il Figlio dell'uomo se ne va,

come è scritto di lui, ma guai a colui dal quale

il Figlio dell'uomo viene tradito; sarebbe meglio

per quell'uomo se non fosse mai nato!».

Matteo 26:25 Giuda, il traditore, disse: «Rabbì, sono forse io?».

Gli rispose: «Tu l'hai detto».

 

Matteo 26:26 Ora, mentre essi mangiavano,

Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione,

lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo:

«Prendete e mangiate; questo è il mio corpo».

Notate: “è” è al presente 

 

A questo punto domandate una benedizione sul pane

riconoscendo che rappresenta il corpo di Gesù Cristo,

spezzato per noi.

Una semplice preghiera.

Rompete il pane e su un piatto dartelo a coloro

che attendono alla cerimonia.

 

Mangiate il pane e coprite il resto con un panno

 

Ritirate il panno dai bicchieri del vino.

Fate una benedizione sul vino e date ringraziamzenti

per il sangue di Gesù Cristo sparso per noi

affinchè potessimo essere salvati.

Una semplice preghiera

Date un bicchiere di vino a tutti i presenti.

Bevete il vino.

 

Matteo 26:27 Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie,

lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti,

Matteo 26:28 perché questo è il mio sangue dell'alleanza,

versato per molti, in remissione dei peccati.

 

Girate i bicchieri sul tavolo e copriteli.

L’unica ragione per coprire il pane e il vino è semplicemente

per fare le cose decentemente e in ordine.

Non c’è un altro sigificato.

 

Geù Cristo fece poi questi commenti

 

Matteo 26:29 o vi dico che da ora non berrò

più di questo frutto della vite fino al giorno

in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio».

 

É possible cantare un inno di lode e rigraziamento

come detto nel seguente verso

 

Matteo 26:30 E dopo aver cantato l'inno, uscirono verso il monte degli Ulivi

 

Naturalmente se lo desiderate potete cantare tutti gli inni adatti

che desiderate e scegliere versi di scritture differenti.

Questa è semplicemente una guida.

 

Ecco un inno

Mio Signore, che amore è questo  (Sorprendente Amore) -  By Graham Kendrick

 

Mio Signore, che amore è questo
Che paga cosi caro,
Che io colpevole,
Possa essere libero
Sorprendente amore.

Oh che sacrificio,
Il Figlio di Dio diede per me.
Egli paga il mio debito,

e muore la mia morte,
Affinchè io possa vivere,
Affinchè io possa vivere.


Lo guardarono morire
Disprezzato, rifiutato;
Ma oh, il sangue che sparse
Circolato per me!
Sorprendente amore,

Oh che sacrificio,
Il Figlio di Dio diede per me.
Egli paga il mio debito,

e muore la mia morte,

Affinchè io possa vivere,
Affinchè io possa vivere.
 
Ed ora questo amore di Cristo
scorrerà come i fiumi;
Vieni a cancellare le tue colpe,
Vivi ancora!
Sorpendente amore,

Oh che sacrificio,
Il Figlio di Dio diede per me.
Egli paga il mio debito,

e muore la mia morte,
Affinchè io possa vivere,
Affinchè io possa vivere..

 

Fine          Fine           Fine          Fine        End         End      

 

Il Passover è seguito da 7 giorni mangiando gli azzimi

 

Esodo 34:18 Osserverai la festa degli azzimi.

Per sette giorni mangerai pane azzimo,

come ti ho comandato, nel tempo stabilito del mese di Abib;

perché nel mese di Abib sei uscito dall'Egitto.

 

Commento: Notate che non si tratta solo di non mangiare prodotti  lievitati,

ma piuttosto di mangiare degli azzimi.

Il primo e l’ultimo giorno della Festa degli Azzimi sono Giorni Sacri

e non bisogna fare nessun lavoro.

 

Se sono richieste scriture supplementari

Giovanni, capitolo 13, Giovanni capitolo 17

 

Amen

 

Ora che lo sapete, cosa farete prima che sia veramente troppo tardi?

          New End with Word Fine 2010-02-22_205143

 

Messaggi di Peter James